Linguine alla Carbonara con le Vongole

Postato by Frugiter

è una gustosa variante di un piatto ultra classico

Igredienti :
500 g di linguine per 6 persone
1,5 kg di vongole veraci
100 g di pancetta
100 g di parmigiano grattugiato
1/2 bicchiere di vino bianco secco
4 uova
olio evo sale pepe
cipolla e aglio


Procedimento:

dopoa ver fatto spurgare in modo classico le vongole, fatele aprire con un filo di olio e il vino bianco
sgusciatele. affettate al cipolla e taglaite la pancetta a cubettini
fate rosolare il tutto in padella con poco olio, unite le vongole con poco del loro liquido filtrato e fate insaporire
lessate la pasta e sbattete le uova in una ciotola col parmigiano , prezzemolo una girata di pepe e poco sale
scolate la pasta e bolente versatela nella terrina
aggiungete il contenuto della padella rimescolate e servite
carbonara nel piatto

Annunci

Gli Scialatielli all’Amalfitana

postato da frugiter

scialatielli all'amalfitana

allora finalmente abbiamo cucinato gli scialatielli che romy mi ha portato da napoli quando ci siamo incontrate a casa di birba

la ricetta è presa dal wb, dal sito http://www.penisola.it /amalfi

600 g tra vongole veraci tartufi e cozze
150 g di gamberetti pesati sgusciati
250 seppioline
250 pomodorini ciliegini o piccadilly
10 olive verdi
un pugnetto di capperi
2 spicchi d’aglio prezzemolo

fate imbiondire l’aglio tagliuzzato nell’olio in una padellona, aggiungete i frutti di mare e fate aprire, fltrate il sugo dalla eventuale terrina e poi unite gamberetti e seppioline a pezzettini
aggiungete i pomodorini tagliati a quarti fate cuocere 10 minuti
unite olive e capperi e se asciuga troppo diluite con l’acqua dei frutti
nel frattempo cuocete gli scialatielli
ci mettono quasi 20 minuti e quindi potete fare in contemporanea il sugo
scolate gli scialatielli e buttateli nella padella
fate andare un bel minuto buone saltando la pasta
servite spolverando di prezzemolo tritato
da roma siamo scesi ad amalfi…

chi scende di più? però potremmoa nche risalire…

Amatriciana per dummies

Postato by Fra Puccino

amatrice

Poco tempo e scarsa voglia di impegnarvi? Ecco la ricetta della pasta all’amatriciana per risparmiare tempo e lavoro.

Attenzione: la ricetta parte dal presupposto che molti cucinano per uno e per due, e quindi è inutile fare ricette per 4 persone.   Al limite moltiplicate la mia ricetta x 2.

Ingredienti (per 2 persone):

250 grammi di pasta (va bene qualsiasi pasta, mica solo gli spaghetti o i bucatini; le pennette sono buone uguali ma io consiglio i rigatoni); cubetti di pancetta già pronti (per due persone è perfetta la confezione da 2 porzioni da 200 gr.); salsa di pomodoro, cipolla (meglio rossa) per il soffritto; olio d’oliva.  Ora, so bene che i puristi dicono che andrebbe il guanciale, e che si dovrebbe andare fino ad Amatrice, vicino Rieti, a comprarlo.  Voi fate come volete, io vi assicuro che il sugo viene benissimo anche con i cubetti di pancetta della coop.

Dunque, mettete già l’acqua e bollire e intanto mettete i cubetti di pancetta in un tegame e cuocete a fuoco lento (grande abbastanza per metterci poi anche la salsa); intanto che i cubetti cominciano a cuocersi, sciogliendo il grasso, tagliuzzate la cipolla per il soffritto; quando i cubetti sono pronti, metteteli in un piatto e preparate il soffritto, mettendo (nello stesso tegame, se non volete pulire troppe pentole) l’olio d’oliva e la cipolla, e facendo cuore a fuoco lento.

Da questo momento avete 15 minuti per unire pasta a sugo; se avete una pasta che cuoce in 15 minuti, e l’acqua sta già bollendo, questo è il momento per metterla nella pentola. Se no, aspettate 15 minuti – i minuti di cottura della pasta prescelta.

Bene, quando la cipolla imbiondisce (manco fosse britneyspears) rimettete dentro i cubetti, attendete uno o due minuti, e poi aggiungete la salsa di pomodoro. Quantità: ad occhio. Aggiungete magari un pizzico di peperoncino, e continuate a mescolare.

Alla fine scolate la pasta, conditela con il sugo (il mio consiglio: dopo averla scolata, versatela prima nel tegame e poi nei piatti) e la vostra pasta all’amatriciana è pronta.

Risultato finale: due sole pentole da lavare, e il minimo dello sforzo necessario. E un’ottima amatriciana, naturalmente.

E’ Tempo di Zucchine.. col Fiore !!

Postato da Frugiter

allora non so da voi.. ma qui in liguria ci sono delle zucchine piccine con un fiore grosso così.. oppure i fiori di zucca senza zucchino

fiori

se comprate zucchine e fiore potete fare primo e secondo
con le zucchine ci fate quello che volete.. una frittata, trifolate, impanate e fritte.. ma ne tenete qualcuna da parte e la tagliate a pezzettini (a me l’ha tagliata luca col coltello come un vero chef in una brunoise quasi perfetta, ma il maledetto no si vuole fare fotografare grrr)
Ingredienti
pasta corta: penne o quella che vi piace..
150 g di roctta
3 zucchine
qualche fiore di zucca.. magari 6 o 7
scalogno o cipolla
maggiorana fresca
olio e sale

Procedimento:
pulite i fiori aprendoli a metà, togliendo il pistillo e sciacquandoli
mettete lo calogno o la cipolla a fettine in un po’ d’olio e fatelo appassire, unite gli zucchini a fettine o a dadolata e fate croccare per 7 minuti unendo in fondo la maggiorana tritata, poi aggiungete i fiori, fateli appassire, slate il tutto e tenete al caldo
nel frattempo avete messo la pentola sul fuoco e cotto la pasta e preparato la ricota, mettendola in una terina e condendola con un cucchiaio di olio un po’ di sale e se piace il pepe e mescolandobene
una volta cotta la pasta spadellatela pochi minuti col sugo di verdure
mettete la pasta sul piatto e fatevi cadere la ricotta da uno schiacciapatate.. servite subito
pennette-ricotta-e-zucchine

ma si può fare di più

se avete altri fiori prepariamo i “Frisceu” di fiori di zucchina che poi sono delle frittelle

la dose minima prevede:

200 g di farina

1 uovo

1 bicchiere dia cqua minerale

sale

ma io ne faccio sempre dose doppia perchè sono buoni anche vuoti o con un tritino di erbe o con quelllo che volete

stemperate la farina col tuorlo (o i tuorli) e l’acqua deve venire una pastella un pochino densa e poi la fate riposare almeno un ora

nel frattempo pulite i fiori, aprendoli e togliendo il pistillo

dopo il riposo unite la chiara (o le chiare) a neve

pastella

adeo mettete una capiente padella coll’olio sul fuoco e quando è caldo.. se ci buttate un pochino di pastella sfrigola e viene subito a galla.. immergete un fiore nella pastella lo raccolgliete col cucchiaio e lo mettete enll’olio, proseguite così fino alla fine degli ingredienti

nella-apstella

friggo

serviteli belli caldi.. ascottadito….

pronti

Pollo e Riso alla Frugiter

Postato by Snupyna

Lo scorso autunno ho chiesto a voi ragazze un’idea per cucinare il petto di pello, frugiter mi ha dato questa ricettina  gustosissima, ormai è diventata quasi un’appuntamento settimanale :), soprattutto per il sapore ma anche per la comodità del piatto unico e la velocità di preparazione.

Ingredienti x 2 persone

1 peperone giallo
1 zucchina non troppo grande
1 cipolla
1 carota
180 gr di riso parboiled
1 uovo
petto di pollo
sale, olio e salsa di soia

Mentre si aspetta che l’acqua per cuocere il riso bolla, tagliare tutte le verdure a cubetti piccoli e il petto di pollo a cubetti di circa un cm.  Subito dopo aver versato  il riso nell’acqua, mettere sul fuoco un wok con un pochino di olio, quando è caldo versare la dadolata di verdure.
Cuocere sempre scoperto e a fuoco allegro, stando ben attenti che non brucino, le verdure devono rimanere croccanti, basteranno circa 5 minuti, a metà cottura salare e se dovessero cominciare ad attaccare versare un goccino di acqua di cottura del riso.

Quando sono cotte versare le verdure in una ciotola e coprirla con un piatto o un coperchio, così rimaranno calde. Rimettere la padella sul fuoco, rompere l’uovo e farlo strapazzato, versare nella ciotola anche l’uovo.

Infarinare i cubetti di carne, rimettere il wok sul fuoco, aggiungere un pochino di olio e procedere con la cottura del pollo. Intanto il riso sarà cotto, scolarlo bene e aggiungerlo nella ciotola dando una veloce mescolata.
Anche il pollo dovrà essere ben dorato e quindi cotto a fuoco vivace.

Quasi alla fine della cottura del pollo salare, aggiungere poi nel wok le verdure, l’uovo e il riso,  mescolando bene lasciar insaporire per circa un minuto.

A questo punto se volete potete aggiungere la salsa di soia, in effetti noi preferiamo aggiungerla nel piatto così ognuno ne mette quante ne vuole. Io uso la salsa di soia con un contenuto di sale inferiore a quella normale, non per scelta ma per caso: abbiamo sbagliato a comprarla al supermercato!
Però in effetti ci piace di più di quella normale perchè essendo meno salata il sapore è più uniforme perchè si distribuisce meglio.

Non ho indicato la quantità del pollo perchè va un po’ a gusti, dipende da quanto volete mangiare, per noi usiamo un petto di pollo intero un po’ grossino, non mi ricordo il peso però 😦

Ecco il piatto, anzi dovrei dire il wok 😀

pollo

By Snupyna

Menu Vegetariano per la Festa della Donna

Postato by Frugiter

ieri sera abbiamo festeggiato a casa di un anostra amica… niente uomini…
ma tanta voglia di stare insieme e di divertirci… c’erano anche persone che non vedevo da prima che nascesse luca… è stata una bella rimpatriata…
poichè due nostre amiche sono vegetariane… per una sera abbiamo lasciato la carne dentro al frigorifero… di casa nostra… e abbiamo pasticciato insieme facendo una bella confusione in cucina.. epoi scambiandoci i paitti che abbiamo cucinato..
prima di tornare a casa..abbiamo diligentemente rimesso tutto a posto e buttato paitti, bicchieri,  bottiglie e imballaggi …tutto meticolosamente al posto giusto.. perchè essere donne significa anche essere consapevoli che la terra è femmina e va rispettata..
cerchiamo di essere responsabili e di vivere bene nel nostro pianeta.. con consumare cibi ecocompatibili ed eticamente corretti e con lo smaltire in maniera giusta i nostri rifiuti…
almeno ogni tanto…..
questo è quello che bbiamo mangiato.. niente foto perchè non mi sembrava carino perdere tempo a cliccare i miei e gli altrui manicaretti… però tutto molto molto buono

minestra di orzo e carciofi

stefania a veva messo a bagno al mattino 300 g di orzo integrale.. noi abbiamo pulito 6 carciofi e tagliati a spicchi e messi a bagno in acqua e limone
poichè stefi ha il bimby… ha tritato 1 mazzo di prezzemolo e 3 spicchi d’aglio 3 sec a vel 7, poi ha messo in una ciotolina…. nel boccale col prezzemolo ha tritato 2 cipollotti freschi 5 sec velocità 7 poi li ha insaporiti con dell’olio per 3 min a 100° vel 1
adesso ha messo i carciofi scolati e li ha fatti andare a vel antioraria 100° per 5 m
ha preparato 1,5 litri di brodo vegetale col granulato e bollente l’ha messo nel boccale, poi ha aggiuhto l’orzo scolato, il sale e ha fatto cuocere 30 m antiorario 100° vel spiga
l’abbiamo mangiato cosparso di prezz tritato e un filo d’olio
buono e caldo…

 

 

orzo-e-carciofi
abbimao continuato con un

polpettone di fagiolini

preparato con 1 kg di fagiolini bolliti e passati al setaccio.. uniti a 500 g di ricotta, 4 uova 100g di parmigiano grattugiato.. un presa di maggiorana aglio e prezzemolo tritati assieme.. ah le uova le abbiamo divise.., i tuorli messi nell’i pasto.. le chiare montate a neve e aggiunte all’ultimo… passato tutto nella teglia unta e cosparsa di pangrattato… pangrattato anche sopra.. rioghine decorative coi rebbi della forchetta e in forno a 200° per 40 m

poi un bel

budino di riso all’arancia

di nuovo col bimby di stefania
lei lo ha preparato subito.. quando noi siamo arrivate stava cuocendo il riso.. perchè va mangiato freddo
ha tritato nel boccale la socrza dui due arance nontrattate con 250 g di zucchero 10 sec vel 9
e messo inuna ciotolina
ha fatto bollire 750 cc di latte (anche di soia) per 7 min a 100° vel 1
ha aggiunto 15 gocce di essenza di vaniglia, 400 g di riso 1 pizico di sale e ha fatto cuocere 20 m a 100° antiorario vel 1
ha unito il trito di buccia e zucchero.. ha fatto raffreddare dentro il boccale.. poi ha aggiunto un bichierino di grand marnier e il succo di 3 arance, ha mesc0olato 20 sec antiorario vel 3
ha messo il tutto in 6 copette e ha lasciato in frigo per 1 ora prima di portare in tavola

abbiamo condito il tutto con tante belle chiacchiere e la consapevoleza di essere delle belle persone.. che ci accompagnerà spero per molto tempo ancora

e con questa bella consapevolezza vi saluto e vi dò questo augurio

siete tutte delle belle persone

un bacio grosso grosso

mavi

Pasta Guanciale e Fagioli

Postato by Birba

Liberamente ispirata alla ricetta “pasta guanciale e pecorino” di Benedetta Parodi, io ho omesso il pecorino perche’ coi fagioli non mi piace mettere il formaggio, ma se vi piace siete libere di metterlo

Vi servono:

80 gr. di pasta a persona, 1 cipolla, 200 gr di pancetta dolce (guanciale) , 1 lattina di fagioli borlotti, sale, pepe e rosmarino qb e,  se vi piace, pecorino per mantecare

Tritate la cipolla ( usando il minichef tupper), intanto fate scaldare un saltapasta (sempre tupper) versate 2 cucchiai d’olio,  e fate soffriggere la cipolla, aggiungiete il guanciale e, quando sara’ ben rosolato, aggiungete una lattina di fagioli borlotti con tutto il liquido; fate stufare finche’ si sara’ formata una “cremina” (ovviamente per mescolare potete usare il cucchiaio tupperware che Romina vi ha consigliato altre volte) Regolate di sale ed aggiungete il rosmarino, lessate la pasta, fatela saltare per insaporirla bene e eventualmente mantecate con il pecorino (io non l’ho fatto)

Ovviamente potete scegliere il tipo di pasta