Gocce di cioccolato fai da te

Della serie che cosa mi devo inventare per accontentare la golosità di una pseudo diabetica, cioè me stessa 😀

E’ da un po’ che cerco le gocce dolcificate con il maltitolo senza trovarle, ci devono essere perchè nei prodotti industriali le usano, ma al dettaglio non esistono. Quindi mi è venuta in mente questa idea, ne ho parlato anche con Silvia, ma non mi sono mai decisa fino ad oggi.

Procedimento:

Ho sciolto in un pentolino un etto di cioccolato al 90% e poi ho aggiunto 5 cucchiai rasi di maltitolo, sottolineo che mi serve un cioccolato un po’ amaro, simile come gusto a quello al 75%.
Poi ho immerso il pentolino in acqua fredda, continuando a mescolare, fin quando il ciccolato si è un po’ rappreso, mi sono fermata quando facendo cadere una goccia di ciccolato nel pentolino rimaneva compatta senza allargarsi troppo. A questo punto, non avendo un beccuccio piccolo, ho messo il cioccolato direttamente in una sac a poche “usa e getta” e ho tagliato un pezzettino di punta.

Ovviamente più grande sarà il taglio, più grande verrà la goccia di cioccolata. Ho ricoperto una teglia di carta forno e con santa pazienza ho fatto tanti piccoli puntini.

Quando sono arrivata alla fine ho fatto anche un altro tentativo: fare delle strisce di cioccolata e poi una volta raffreddati li ho tagliati a pezzettini con un coltello, ovviamente sono meno carine ma si fa decisamente più veloce e se si devono usare all’interno di un impasto vano bene anche così.

Credo che la prossima volta scioglierò a parte il maltitolo perchè il risultato è stato piuttoso granuloso, perchè il cioccolato si è sciolto molto prima che il dolcificante, mi piacerebbe provare anche con il fruttosio e lo sciroppo d’agave 🙂

By Snupyna

Pancetta… corazzata

Postato by Snupyna

Sciori e sciore venghinoooooo,  la prima pancetta affumicata al mondo dura come il marmo, venghinoooo venghinooo, nemmeno con il coltellaccio affilatissimo si può tagliare….

Questo è quello che potrei urlare dal terazzo:  ieri, volendo fare un bel sughetto con la pancetta affumicata mi sono accorta che il tovagliolo umido nel quale l’avevo avvolta.. pufff… sparito, così si è seccata irrimediabilmente.
E adesso? Uso la sega circolare, un seghetto alternativo o vado sul sicuro con un flessibile? Mi devo accontentare di leccarla tipo ghiacciolo? Uuuuuuuuh idea!! La metto a bagno nell’ l’ammorbidente 😉

Ho bisogno di voi! Idee per riciclarla o ammorbidirla? Aiutatemiiiiiiiii

PS : lo so, vi starete chiedendo com’è possibile che il tovagliolo sia sparito… eeeeeh… fate conto che in casa siamo io, mio marito e la nostra cagnolina. Io non sono stata, la mia cagnolina nemmeno, di certo avrebbe lasciato il tovagliolo pappandosi la pancetta, dunque…. hummmm….chi rimane? 😀

by Snupyna

Ma dove siete?

By Snupyna

Ue ue, qui si batte la fiacca! State ancora smaltendo i bagordi di Pasqua? State guardando disperatamente l’ago della bilancia? E’ inutile che provate a pesarvi stando con un piede solo, non serve, quando ho detto di mangiare una fetta in più anche per me, non avreste dovuto prendermi in parola 😀

State bene? Passato bene Pasqua? Ho mangiato anche io come un porcellino, ahemm…. non vi arrabbiate.. come al solito non ho  messo neanche un etto! Che nervi!

Comunque al pranzo di Pasqua abbiamo fatto il risotto con basilico e taleggio di Patrizia, di secondo insalata mista, patate arrosto e vitello tonnato, per dolce oltre alla colomba che non ho mangiato ( sob!) mia zia ha preparato un dessert brasileiro.

Particolare era particolare ma devo ancora decidere se fosse buono o meno: ha fatto cuocere al forno le banane senza sbucciarle e senza aggiungere niente, poi le ha pulite, per ciascun commensale ha messo in una pirofila piccina la banana, con una spruzzata di rum e di cannella, e ha aggiunto del gelato alla crema.

Non era male ma, a parte che io non amo molto il contrasto caldo e freddo, ma poi le banane erano di un dolce nauseabondo!

Ragazze non mi lasciate qui da solaaaaaa SMAK!

Pollo e Riso alla Frugiter

Postato by Snupyna

Lo scorso autunno ho chiesto a voi ragazze un’idea per cucinare il petto di pello, frugiter mi ha dato questa ricettina  gustosissima, ormai è diventata quasi un’appuntamento settimanale :), soprattutto per il sapore ma anche per la comodità del piatto unico e la velocità di preparazione.

Ingredienti x 2 persone

1 peperone giallo
1 zucchina non troppo grande
1 cipolla
1 carota
180 gr di riso parboiled
1 uovo
petto di pollo
sale, olio e salsa di soia

Mentre si aspetta che l’acqua per cuocere il riso bolla, tagliare tutte le verdure a cubetti piccoli e il petto di pollo a cubetti di circa un cm.  Subito dopo aver versato  il riso nell’acqua, mettere sul fuoco un wok con un pochino di olio, quando è caldo versare la dadolata di verdure.
Cuocere sempre scoperto e a fuoco allegro, stando ben attenti che non brucino, le verdure devono rimanere croccanti, basteranno circa 5 minuti, a metà cottura salare e se dovessero cominciare ad attaccare versare un goccino di acqua di cottura del riso.

Quando sono cotte versare le verdure in una ciotola e coprirla con un piatto o un coperchio, così rimaranno calde. Rimettere la padella sul fuoco, rompere l’uovo e farlo strapazzato, versare nella ciotola anche l’uovo.

Infarinare i cubetti di carne, rimettere il wok sul fuoco, aggiungere un pochino di olio e procedere con la cottura del pollo. Intanto il riso sarà cotto, scolarlo bene e aggiungerlo nella ciotola dando una veloce mescolata.
Anche il pollo dovrà essere ben dorato e quindi cotto a fuoco vivace.

Quasi alla fine della cottura del pollo salare, aggiungere poi nel wok le verdure, l’uovo e il riso,  mescolando bene lasciar insaporire per circa un minuto.

A questo punto se volete potete aggiungere la salsa di soia, in effetti noi preferiamo aggiungerla nel piatto così ognuno ne mette quante ne vuole. Io uso la salsa di soia con un contenuto di sale inferiore a quella normale, non per scelta ma per caso: abbiamo sbagliato a comprarla al supermercato!
Però in effetti ci piace di più di quella normale perchè essendo meno salata il sapore è più uniforme perchè si distribuisce meglio.

Non ho indicato la quantità del pollo perchè va un po’ a gusti, dipende da quanto volete mangiare, per noi usiamo un petto di pollo intero un po’ grossino, non mi ricordo il peso però 😦

Ecco il piatto, anzi dovrei dire il wok 😀

pollo

By Snupyna

Auguri Romina!

Oggi è il compleanno di Romina
che un giorno è stata bambina,
con un santo poi si è maritata
che fino ad oggi l’ha sopportata.

Ha un sorriso contagioso
ed un carattere affettuoso,
ma non la devi far parlare
come la lava non la puoi fermare.

Ha grandi sogni,vuole tanto
ma ha messo in conto qualche schianto,
si rialza però sempre più forte
ricominciando a sfornar torte.

Un giorno è diventata venditrice
di Tupperware è rifornitrice,
il fan-clup del mattarello ha fondato
e cerca sempre qualche affiliato.

Ha gli occhi azzurro mare
le guanciotte da pizzicare,
i capelli color del grano
e l’energia di un’uragano.

Ma se hai bisogno di parlare
lei ti saprà ascoltare,
impossibile non provar affetto
per questo biondissimo diavoletto.

Tanti, tanti auguri Romina,
o forse dovrei dire ciccina,
con tutto il mio cuore
una vita piena di amore.

L’ultima rima è scontata
ma ormai mi sento svuotata,
come al solito mi hai spremuta
almeno spero che ti sia piaciuta!

By Snupyna

Cercasi Stufetta Disperatamente

Ragazze, io vivo nell’incertezza, nel dubbio, nell’ansia: Stufetta avrà o non avrà mangiato il suo babbone di cioccolato? Sarà ruiscita a resistere, come consigliato dalla nostra Mavi alla tentazione di papparselo in un sol boccone?

Non mi puoi lasciare così, con questo dubbio amletico!
Stufetta se ci sei fatti sentire! SMAK!

Snupyna