Auguri Romy

Oggi √® il compleanno di Romina, e anche loro vogliono farle gli auguri ūüėÄ

Annunci

Una Promessa √® Una Promessa…

Postato by Birba70

avevo promesso a Snupina di postare la ricetta della torta per i miei genitori, che potete vedere su Fb

E’ un pan di spagna con crema “tipo chiboust” ma aromatizzata all’arancia e con il cointreau, quindi non sono tanto sicura che la si possa definire proprio chiboust, comunque eccoci:

Per il pan di spagna

28 uova – 700 gr . di farina 00, 100 gr di fecola e 840 di zucchero

per (ovvie) ragioni tecniche ne ho fatti 3, uno da 12 uova e gli altri 2 da 8

per la crema

3 litri di latte¬† –¬† 24 tuorli – 700 gr di zucchero – 360 gr di farina – 1/2 bicchiere di cointreau¬† – la buccia di almeno 4 arance, grattuggiata, a listarelle, come preferite

12 albumi Р960 gr di  zucchero Р240 ml h2o e 12 fogli di colla di pesce

per la bagna

2 lt h20  1 kg di zucchero e cointreau qb (mezzo bicchiere +-)

per decorare panna, fiori di zuccero, arance candite, quello che preferite

TANTA PAZIENZA

Innanzitutto fate bollire il latte per la crema e lasciate in infusione almeno 2 -3 ore le scorzette d’arancia, quindi filtrate il latte e portatelo di nuovo ad ebollizione, aggiungete il liquore

in una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la farina e quando il latte bolle versate tutto il composto nella pentola (che ovviamente dev’essere abbastanza grande). Aspettate¬† un paio di minuti e poi mescolate BENE, aggiungete¬† anche la colla di pesce ben strizzata mescolando finche’ non sia completamente sciolta.

OK, la crema simil pasticcera ormai dev’esservi venuta, lasciatela raffreddare e preparate la meringa italiana

Nell’impastatrice montate a neve ben ferma i 12 albumi, intanto fate uno sciroppo con acqua e zucchero, che porterete a 121 gradi e poi farete raffreddare a 110, versatelo sugli albumi continuando a montare, diventeranno lucidissimi e (magicamente) anche cotti, uniteli, una cucchiata alla volta, alla crema e poi lasciate raffreddare il tutto.

Preparate il pan di spagna lavorando benissimo le uova con lo zucchero, finche’ non diventano quasi bianche e “scrivono”, aggiungete la farina BEN SETACCIATA facendo attenzione a non smontare il tutto e versate in una teglia imburrata ed infarinata, facendo cuocere in forno preriscaldato a 175¬į¬† per cirrca 30-40 minuti, quando il pds √® cotto, oltre alla prova stecchino, tende a staccarsi dai bordi.

Di nuovo lasciate raffreddare e preparate la bagna, facendo uno sciroppo con acqua, zucchero e liquore, che servira’ per bagnare i pds prima di farcirli.

Assemblate a piacere

bacibaci

Ps. era per una trentina di persone

Il portabiancheria

Dovevo cambiare il sacco portabiancheria, come Romina, Rosa e Roberta ricorderanno benissimo, ma volevo una cosa carina, non il solito sacco di cotone beige, anonimo e sempre uguale; questo è il risultato di mesi e mesi di lavoro

Birba

Pane sfogliato con lievito madre

Postato by Birba

Ho preparato sia i panini che una simpatica corona, ispirata ad una vista su un sito spagnolo

Servono:

200 gr di lievito madre attivo

200 gr di manitoba

150 gr di farina 00

50 gr di farina di riso (che puo’ essere sostituita con segale, farina integrale …quello che preferite)

200 ml d’acqua

15 ml d’olio + qualche cucchiaio per sfogliare

12 gr di sale

1 cucchiaio di zucchero o miele

Preparate l’impasto in macchina del pane o nell’impastatrice, iniziando da lievito madre e acqua, aggiungendo via via le farine, il sale, l’olio e lo zucchero.

Fate lievitare al riparo dalle correnti per circa 10 ore (tutta la notte)

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo, stendetelo (con il mattarello Tupper ovviamente) e spennellate con olio; arrotolate e lasciate riposare qualche minuto. Ristendete e rispennellate da capo, lasciate riposare ancora (e se non lo fate non riuscirete a lavorare) e infine stendete e date la forma che preferite.

Fate lievitare ancora almeno un paio d’ore, sempre al riparo, portate il forno a 210¬į, infornate e dopo 10 minuti abbassate a 200, ovviamente il tempo di cottura puo’ variare in base alla pezzatura del pane.

Birba

Biscotti salati al parmigiano

Postato by Birba

A grande richiesta la ricetta dei miei biscotti salati, non ne ricordo davvero l’origine ma, pur essendo di una semplicita’¬† imbarazzante, il risultato vi sorprendera’

100 gr. di farina 00

100 gr. di parmigiano grattuggiato al momento

100 gr. di burro

1 cucchiaio di noce moscata

1 pizzico di sale

Impastare tutti gli ingredienti,  stendere con un mattarello e con un tagliabiscotti o con la rotella dentata ricavare i biscotti.

Far cuocere a 180¬į in forno gi√† caldo fino alla doratura

<!– –>

ps. separarli bene in cottura perche’ tendono ad allargarsi un pochino

le chiacchiere

Pubblicato da birba70

dette anche bugie, cenci ecc a seconda della zona

Prendiamo 1/2 bicchiere di vino bianco, possibilmente fruttato, aggiungiamo 5-6 cucchiai di zucchero e mescoliamo bene finche’ lo zucchero non sara’ sciolto. Impastiamo 500 gr di farina 00 con il vino dolce, 4 uova intere e quache goccia di essenza di vaniglia; dovremmo ottenere un impasto morbido, elastico e molto profumato. Lasciamo lo riposare avvolto in un canovaccio per 1 ora a temperatura ambiente.

Stendiamo la pasta (con la macchina apposta) fino ad arrivare allo spessore minimo; con la rotella¬† tagliamo delle losanghe, dei rettangoli, quello che preferiamo, facendo pero’ 2 tagli di qualche cm nel centro. (ho usato la rotella dentellata per tagliare i rettangoli e l’altra per i tagli interni)

Scaldiamo una padella antiaderente, larga almeno 28 cm. riempiamola per meta’ di olio di semi di arachidi e quando questo sara’ ben caldo iniziamo a friggere le bugie, poche per volta.

Facciamole raffreddare su un vassoio con della carta da cucina per togliere l’unto in eccesso e (con il mulinello) spolverizziamo con zucchero a velo

Ho usato il mulinello perche’ mi consente sia di conservare in modo ottimale lo zucchero a velo che di utilizzarlo senza sprechi ogni volta che mi serve, infatti ha una piccola pala (da qui il nome mulinello) che rompe gli eventuali grumi che si possono formare

ovviamente entrambi sono TUPPERWARE

Pasta Guanciale e Fagioli

Postato by Birba

Liberamente ispirata alla ricetta “pasta guanciale e pecorino” di Benedetta Parodi, io ho omesso il pecorino perche’ coi fagioli non mi piace mettere il formaggio, ma se vi piace siete libere di metterlo

Vi servono:

80 gr. di pasta a persona, 1 cipolla, 200 gr di pancetta dolce (guanciale) , 1 lattina di fagioli borlotti, sale, pepe e rosmarino qb e,  se vi piace, pecorino per mantecare

Tritate la cipolla ( usando il minichef tupper), intanto fate scaldare un saltapasta (sempre tupper) versate 2 cucchiai d’olio,¬† e fate soffriggere la cipolla, aggiungiete il guanciale e, quando sara’ ben rosolato, aggiungete una lattina di fagioli borlotti con tutto il liquido; fate stufare finche’ si sara’ formata una “cremina” (ovviamente per mescolare potete usare il cucchiaio tupperware che Romina vi ha consigliato altre volte) Regolate di sale ed aggiungete il rosmarino, lessate la pasta, fatela saltare per insaporirla bene e eventualmente mantecate con il pecorino (io non l’ho fatto)

Ovviamente potete scegliere il tipo di pasta