Dal Piemonte alla Sicilia

Postato da frugiter
eccomi qua con due pani lontani ma buonisimi entrambi
ricette dal libro “pane e roba dolce” delle sorelle simili

Le Biove
500 g di farina
300 g di acqua circa
1 cubetto di lievito di birra
20 g di strutto (o olio ma viene un po’ meno friabile)
10 g di malto d’orzo (un cucchiaino raso) o miele o zucchero
8 g di sale (un cucchiaino colmo)

fate la fontana con la farina, amlgamate tutti gli ingredienti con il lievito sciolto in poca acqua e il sale aggiunto all’ultimo perchè inibisce l’azione del lievito. lavorate l’impasto per una decina di minuti battendolo e tirandolo finchè non diventa bello morbido ed elastico

lievitato1

adesso prendete l’ìimpasto e dividetelo in due palle. da cisacuna palla fate un filone che spianerete col mattarello in un rettangolo sottile.
arrotolatelo per il lato lungo

prima-piatta

adesso mettete ciascuno dei due filoncini dvanti a voi verticalmente e fate una lunga pastella sottile, larga circa 6 cm: arrotolatela, tenedo le dita sui lati per evitare che si formino le punte.

da-piatta-a-rotolo

da-rotolo-a-2-pioatta

2-rotolo

mettete sul tavolo un pacco di farina o di zucchero o qualcosa che faccia da blocco, copritelo con un lembo di canovaccio molto infarinato, mettete il primo panetto con la falda sotto e una estremità chiocciolina appoggiata sul pacco, sollevate il canovaccio e mettete la seconda pagnotta punta contro punta, sollevare il canovaccio e mettere un altro pacco di qualcosa.
così la lievitazione avviene solo in altezza e non in larghezza e la forma del pane è salva. coprite e fate lievitare 30 40 minuti

messe-a-lievitare

siamo quasi arrivate in fondo
adesso prendete ciascuna delle due biove muovendola delicatamente e mettetela nella teglia , tagliarla a metà con una spatola di plastica o di legno e ripassare il taglio con una lametta andando giù di circa un cm. infornare a 200 210° per circa30 minuti se si vogliono più cotte proseguire per altri 10 m

il-taglio

lievitate

cotta-aperta

Le Mafalde

400 gr farina di semola di grano duro
100 gr farina 00
300 gr circa acqua
20 gr lievito di birra
10 gr sale
1 cucchiaio d’olio d’oliva
1 cucchiaio di malto
semi di sesamo

iniziare la lavorazione in ciotola, passare solo dopo aver ottenuto un composto compatto sulla spianatoia per la lavorazione finale
riunire in una terrina le due farine, l’olio, il malto e il lievito sciolto precedentemente in poca acqua
iniziare a lavorare e aggiungere acqua qb per ottenere un impasto ben omogeneo
aggiungere il sale solo dopo che il lievito sarà già amalgamato alla farina
lavorare benissimo l’impasto, almeno una decina di minuti battendolo più volte sulla spianatoia
alla fine si otterrà un bell’impasto omogeneo ed elastico che andrà messo a lievitare in una ciotola unta d’olio coperta a campana per un’ora e mezzo circa, comunque fino al raddoppio
passare l’impasto sulla spianatoia e delicatamente senza rilavorarlo andare a formare un filone che andrà diviso in due
allungare poi ciascun pezzo in un lungo cilindro e dargli la tipica forma chiamata “mafalda”
spruzzare la forma con acqua e ricoprire di semi di sesamo (anche rigirandola con molta attenzione su un piano rigido dove avremo sparso prima i semi)
mettere poi a lievitare per un’altra ora circa, comunque sempre fino al raddoppio
infornare a 210° per 10′, abbassare poi la temperatura a 200′ per 10′
levare i pani dalla teglia e appoggiarli su una griglia e proseguire la cottura per altri 15′-20

impasto1-lievitato

impasto lievitato

filone

preparazione-1

comincio la forma

preparazione2

qui ci metto il sesamo

dentro-il-sesamo

forma-lievitate

qui sono già lievitate

mafalda-tagliata

qui già cotta con l’interno a vista

e adesso altri pani…

pane-caccoi

su coccoi sardo, pane augurale di semola… il vero ha dei ricami bellissimi che mi piacerebbe imparare a riprodurre

pane-augurale-cotto

il pane di pasqua

pane-natur1

il mio primo pane col lievito naturale

cotto2

pane irlandese alle patate..morbidissimo

pane-al-farro

pane al farro di garfagnana

to be continued…..

Annunci

19 pensieri su “Dal Piemonte alla Sicilia

  1. UNICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA….scusate MA COME TE NON C’è NESSUNOOOOOOOO e non solo per la tua bravura, ma per la persona bella che sei!!! ti voglio tanto bene, ti penso spesso!

    p.s. su coccoi l’avevo fatto anch’io! devi saper intagliare con forbici e coltellini, è il pane della pasqua e della festa degli sposi! è meravigliosamente bellissimo! 🙂 ma sono di parte xkè è sardo come me! 😀

  2. grazie tesoro
    certo posta posta.. e se mi dai due dritte per il su pistocchius…….
    cosa è la villla delle frittatine?
    cosa sono codesti segreti?
    mi metto in un angolo finchè non me lo dite 😛

  3. frugi…….sei una donna da sposare……sbalordisci con effetti speciali..stai li zitta-zitta…poi all’improviso esci fuori con queste prelibatezze…se ti vede Romina……

  4. a proposito dell’aproposito…..domenica una certa signora Romina ..mi ha dato una pizza fatta da lei…era la fine del mondo…morbida.con un sugo delizzioso…Rominaaaa quando la fai di nuovo?

  5. be. qui è impossibile che non le veda
    grazie fiore
    a proprosito.. non ci simao più sentite.. devo rimediare.. tutto bene?
    un bacione

  6. Frugi zzolina! Che meraviglia! Mi state facendo venire voglia di fare qualcosa … ma io resisto, non mi faccio irretire! 😀

  7. Mamma mia Mavi come sei brava, che pazienza che hai!!
    Tutto bene? è un pò che nn ci sentiamo, un bacio enorme

  8. Ma che brava!!! Mi hai fatto venire voglia di provare sia le biove che le mafalde questa fine settimana!!! Gnam!

  9. Frugi ti stai proprio dando alla pazza gioia!!! Non c’e’ che dire … COMPLIMENTI!!! Io invece sono ancorata alla mia ricetta e, pur avendone un po’ da provare, ancora non ci sono riuscita … e intanto il mio LM aumenta a dismisura … AIUTOOOOOO!!!

  10. ciao raf… ci siamo perseeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    però ti penso sempre e la tua foto è in mezzo ai miei ricordi più belli….. tvb

  11. a fiore: non lo so ancora… ha deciso che farà tutto lui…..
    a stufetta: sì tesoro sono 50 anni tondi tondi
    a billie: sono contenta… una volta a me una volta a te. 🙂

  12. Allora ora posso …finalmente dire quello che ho detto a Mavi ….
    Sono orgogliosa dell’impegno e la passione che ci mette quando mette un impasto a lievitare per si che nasca un buon pane o un buon dolce brioche…
    Sono contenta di averle attaccato la passione per i lievitati….e so che lei insegnerà ame tante cose…perchè ..ragazze credetemi…Mavi ci mette l’anima in cucina ….è bravissimaaaaaaaaaa….:)
    Oggi proverò a fare le biove …di Mavi 😛

    @Marcello marito di Frugy
    Grazie……:)
    Buon compleanno di cuore…e grazie del sacrificio che hai fatto nel giorno del tuo compleanno permettendo a Mavi di abbracciarmi…. 🙂
    Non dimenticherò mai il sacrificio e il gesto che hai fatto….
    Mavi quando ti manco…..sniffa l’ARIA di Napoli 😛
    un bacioneeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  13. frugiiiiiiina attenta a non svenire ,,quando sniffi l’aria di Napoli….buon compleanno posticipato a Marcello…dille che l’aspetto insieme a te ..per farci tante belle e sane risate….ciao un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...