La Stiacciata alla Fiorentina

Postato by Frugiter

come promesso a fiorellino…..

questa ricetta si ispira alla famosa stiacciata del Melini un forno antico di Firenze che tenne per molti anni il primato indiscusso per questa preparazione
per una teglia di 50 x 30
500 g di farina
15 g di lievito di birra
250 g acqua tiepida tiepida
2 uova
125 g di zucchero al velo
la corteccia di un’arancia grattugiata
a piacere per farla gialla.. un abustina di zafferano
150 g di strutto

sciogliete il lievito nell’acqua e impastatelo con la farina dentro una terrina..lavoratelo con la mano finchè la pasta a vrà preso elasticità e si staccherà dalle pareti
coprite e fate lievitare in luogo riparato per un’oretta finchè non sia cresciuta assai
schiacciata-1

lievitato

adesso inserire le uova lo zucchero e gli aromi e un pizzichino di sale
metto-gli-ingredienti-nel-lievitato

la pasta diventa molto molla
non vi spaventate.. per questo si lavora nella terrina
lavoratela con la mano come se fosse pasta da babà sbattendola con forza per 10 m per farle riacquistare l’elasticità.. quando si staccherà dalle pareti, unite lo strutto e lavoratela quel tanto che basta perchè quest’ultimo venga bene incorporato

adesso ungete la teglia e versate l’impasto.. fatelo lievitare ancora coperto per circa due ore

nella-teglia

cuocetela in forno caldo a 200° per una mezz’oretta

quando sarà fredda cospargetela di abbondante zucchero al velo
buon appetito

stiacciata-cotta

fetta

Annunci

13 pensieri su “La Stiacciata alla Fiorentina

  1. di pane all’arancia poco dolce… è buonissima inzuppata nel latte o nel te oppure servita con marmellata di arance

  2. beh… scusa se lo dico….. niente di personale.. è una mia considerazione abbandonata nel’aria
    spesso, quando si legge una ricetta si fanno domande di questo tipo….. perchè non si trovano gli ingredienti, magari locali o partioclari… o perchè per motivi di salute non si possono mangiare determinate cose….
    tutto molto plausibile
    però anche se gli “aggiusti” non sono illegali, stravolgono secondo me la ricetta, se è una ricetta con dei canoni ben precisi, come può esserlo una regionale
    il burro è un grasso animale come lo strutto…. ma ha origine diversa… questo viene dalla panna del latte.. quello dalla sugna, dal grasso della pancia del maiale
    anche la consistenza è diversa…. lo strutto dà più leggerezza alle preparazioni… non leggerezza dietetica beninteso… è una bomba calorica al pari del burro… però per esempio friggere nello strutto si può… avendo dei fritti crocantissimi e leggeri… friggere nel burro… a meno che non venga chiarificato…. è impossibile… e il fritto è cmq pesante
    alla fine di questa pappardella ti posso dire che certo che SI PUò mettere il burro.. però la consistenza della focaccia sarà diversa.. assomiglierà ad una pasta brioche….

  3. WoW Frugiter….
    è bello riscoprire antichi sapori e poi io non conosco tutte le ricette tipiche per regione….
    grassie per la ricettina…. 🙂
    buona domenica a te e a tutte

    Ps. lo sò che in questo periodo sono un pò assente e forse lo sarò per un bel pò .. ho un bel pò di problemi di salute dovuti ad una brutta influenza….
    spero di ritornare presto…..
    ovviamente ogni volta che riesco a ritagliarmi dei piccoli spazi di tempo libero vi leggo … non vi perdo di vista….sono sempre vigile…. 😛
    Un bacione

  4. davvero una ricetta molto bella e buona!!! se ho ancora un po’ di strutto preparato da nonna la provo!!! magari utilizzerò il limone che preferisco all’arancia 😉

    @ romina
    torna prestoooooooo!!!

  5. un grazie a tutte per l’accoglienza…..
    un bacio a romina dritto al cuore
    perchè ognuna di voi non posta un piatto tipico della sua regione o città? magari del periodo di pasqua o di quaresima..
    per esempio.. durante la settimana santa cosa fate? anche come riti e tradizioni?
    io adoro imparare gli usi della nostra bella italia
    ho unsacco di libri di cucina regionale

  6. ciao a tutti..ieri avevo le mani che volevano
    impastare …fremevano..allora ………………………prima ho fatto il
    babbàsone…poi ho fatto la schiacciata di frugi..
    non sapevo più che fare ..allora ho fatto dei biscottini di frolla al caffè…insomma a casa mia
    c’era un profumo di pasticceria….chiunque passava fuori alla mia porta ..sveniva…..il cane sè attaccato alla porta della cucina …è non se mosso più…..ragazze …sarà la glicemia che mi fà desiderare di dolci ?aspetto fiduciosa….

  7. cosa aspetti?
    di assaggiare i tuoi capo0lavori?
    anche io aspetto fiduciosa……..
    sono fuori dalla porta col piatto in mano
    arf arf arf 😀 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...